Dr Massimo Giusti

Raggiungere gli obiettivi superando gli ostacoli con il metodo woop

Raggiungere gli obiettivi superando gli ostacoli con il metodo woop

Raggiungere gli obiettivi superando gli ostacoli con il metodo woop

Vorresti anche tu raggiungere i tuoi obiettivi migliorando così la tua autostima e il tuo senso di auto efficacia? Se conoscessi un metodo che ti permette di imitare le persone che sono più efficaci nel raggiungere i loro obiettivi quanto ti impegneresti per impararlo?

La maggior parte delle persone non si interroga sui propri desideri, non ha un alto grado di introspezione e non chiede aiuto in caso di problemi anche seri. Come se non bastasse moltissimi spendono un sacco di energie a negare i problemi anziché accettarli e risolverli. Perché un problema lo puoi affrontare unicamente se lo accetti, se passi il tempo trovando “scuse” più o meno plausibili la tua energia sarà dirottata in questa attività, che altro non è che il tentativo della mente di negare l’esistenza di un ostacolo da affrontare.

Due leve motivazionali basiche

Le persone hanno più leve motivazionali, due in particolare sono molto importanti, sichiamano strategia via da e l’altra è la strategia andare verso. 

Chi adotta la strategia via da è maggiormente motivato dall’evitamente degli ostacoli o dei problemi. Sono persone che affrontano le sfide per fuggire da un problema anziché per raggiungere l’obiettivo.

Le persone che adottano la strategia andare verso fanno esattamente l’opposto. Affrontano una sfida per raggiungere l’obiettivo mostrando un maggiore disinteresse per gli ostacoli.

Non esiste una strategia migliore o peggiore, esistono molte variabili che determinano quale sia la strategia più adeguata. Ciò che conta di più è che indipendentemente dalle variabili del contesto le persone tendono ad usare la loro strategia preferita.

Il metodo che ti presente, che è stato sviluppato dalla collega Dott.ssa Oettingen, mette insieme alcuni strumenti che si sono rivelati utili per stimolare le persone che non riescono ad adottare correttamente la strategia “via da” perché si autoboicottano oppure hanno la tendenza a distrarsi.

Il metodo consiste in questo.


Metodo WOOP

Per raggiungere gli obiettivi superando gli ostacoli con il metodo woop devi prendere carta e penna e seguire attentamente le istruzioni. E’ un modo di pensare che col tempo si trasformerà in un atteggiamento, per ora devi allenarti.

La prima cosa da fare è focalizzarti sull’obiettivo desiderato. Per esempio: voglio dimagrire di 8 chili.

La seconda cosa è focalizzarti attentamente sulle sensazioni che proveresti una volta ottenuto questo obiettivo. Devi rispondere a questa domanda: come mi sentirò una volta raggiunto il mio obiettivo?

Questa parte dell’esercizio è molto seria, devi impegnarti tanto ad immagineare, immedesimarti, nel te stesso futuro che ha raggiunto l’obiettivo. Alcune persone hanno talmente tante barriere mentali da impedirsi questo genere di fantasia, questo è di grande ostacolo per raggiungere gli obiettivi perché se non sai immaginare realmente e intensamente come ti sentirai una volta raggiunto il tuo obiettivo la tua mente avrà difficoltà ad aiutarti e potrebbero aumentare i boicottaggi. Nell’esempio riportato potrebbe essere una sensazione di leggerezza, piegarsi meglio ad allacciare le scarpe, muoversi con più scioltezza e sentirsi soddisfatto per aver ottenuto ciò che si voleva grazie alla disciplina. Anzi, sentirsi più forti proprio perché auto – disciplinati.

La terza cosa da fare è di immaginare l’ostacolo principale che ti potrebbe impedire di raggiungere l’obiettivo. Devi essere molto sincero con te stesso. Nell’esempio che ho appena riportato potrebbe esserci il passare troppo tempo con una persona per noi tossica, quindi in una relazione disfunzionale. Potrebbe essere il venire meno alla disciplina, accettando un pasto diverso da quanto avevamo stabilito per noi quel giorno. Ancora più in profondità potrebbe esserci il nostro pensiero auto giustificante, che tramite vari passaggi ci porta ad accettare un cambio di rotta. Le persone hanno difficoltà a trovare gli auto boicottaggi perché non sono state educate a pensare in questo modo. E’ una parte impegnativa del metodo.

A questo punto cosa posso fare qualora si presenti il mio ostacolo? Si tratta di adottare una strategia contro il problema anziché a favore dell’obiettivo. Per esempio posso ricordare a me stesso che devo sviluppare più auto disciplina se voglio realizzarmi; posso ricordare a me stesso che devo smettere di giustificarmi se voglio raggiungere l’obiettivo. Pensare queste cose è utiule, se le pensassi già in automatico non avresti problemi a superare l’ostacolo per cui è importante ripetertelo.

Ma cosa fare adesso? Eh si, è necessario pianificare una strategia. Per esempio: mi alzo e me ne vado a casa adducendo la scusa di un lieve calo di pressione o un piccolo malore. Cioè pianifico una strategia di uscita dal problema che mi permetta di affrontare drasticamente l’ostacolo.

Faccio un esempio semplice e pratico per riassumere.

Obiettivo: dare l’esame di diritto

Come mi sento: leggero e soddisfatto, è entusiasmante aver superato questo esame così impegnativo

Ostacolo: mi distraggo spesso col cellulare

Cosa mi dico: devi mantenere la concentrazione e allenare la costanza se vuoi farcela nella vita

Cosa faccio: Spengo il cellulare e lo porto in un’altra stanza.


Riassumendo

Se vuoi raggiungere gli obiettivi superando gli ostacoli col metodo woop devi imparare un nuovo modo di pensare, inizialmente sarà impegnativo ma coi giorni diventerà semplice e divertente.

E’ un metodo che non funziona perfettamente con problematiche molto serie, è necessario che tu non affronti questa lettura come se fosse lo stratagemma segreto per affrontare qualsiasi situazione. Ricorda sempre di chiedere un aiuto professionale quando le cose sono più grandi di te oppure se non ce la stai facendo da solo.

Con la giusta costanza e motivazione sicuramente ti sarà utile per molti piccoli e grandi obiettivi.

Massimo Giusti, Psicoterapeuta


Lascia un commento