massimo giusti psicologo psicoterapeuta e life coach

Disturbi dell’umore (depressione/mania)

Disturbi dell’umore (depressione/mania)

Disturbi dell’umore (depressione/mania)

DEPRESSIONE

Nel linguaggio comune si usa il termine depressione per dire ciò che i clinici definiscono con “disturbi dell’umore”. I disturbi dell’umore principali o più comuni sono la Depressione Maggiore ed il Disturbo Bipolare. Quest’ultimo è suddiviso in 2 sottotipi.

La depressione verrà descritta qui sotto. La “mania” è un periodo di sovraeccitazione, di alta carica energetica, in cui la persona può sperimentare da sensazioni di alta autostima e sicurezza, facilità nell’eloquio e nella socializzazione a periodi in cui i pensieri vanno talmente rapidi da non poterli controllare, fino a perdere il contatto con la realtà.

Depressione Maggiore

E’ caratterizzato da un senso di svogliatezza profondo (abulia), isolamente sociale, tristezza, apprensione, sensi di colpa, un generale ottundimento emotivo (le emozioni si sentono poco o niente), perdità del desiderio sessuale, concezione di sé e degli altri negativa, mancanza di speranza, incapacità di provare piacere nelle cose ed attività che prima lo procuravano, perdita di interesse verso cose, persone ed esperienze, pensieri di morte e di suicidio. Sono presenti difficoltà di concentrazione, difficoltà nel ricordare, stanchezza, disturbi del sonno

Dsiturbo Bipolare di I e II tipo

Sono presenti episodi maniacali alternati da episodi depressivi maggiori. Nel Bipolarsimo di I tipo sono presenti sintomi psicotici, le fasi maniacali (almeno una nel decorso del disturbo) possono raggiungere livelli estremamente elevati e vi possono essere rapidi viraggi umorali (passaggio da mania a depressione). Nel Bipolarismo di tipo II invece si parla di Ipomania. La persona nelle fasi ipomaniacali non perde mai contatto con la realtà e tali episodi ipomaniacali possono avere un valore adattivo proprio per questo. La persona è pur sempre presente a se stessa ed ha un livello di energia alto, una capacità espressiva e pratica superiori al solito, alta autostima e forte fiducia in se e nel futuro.

Sia la depressione che il bipolarsimo possono essere “stagionali”, cioè possono essere presenti viraggi umorali in base alla stagione dell’anno

Lascia un commento