massimo giusti psicologo coach

Metodologie di intervento sullo stalking e le persecuzioni

Metodologie di intervento sullo stalking e le persecuzioni

Metodologie di intervento sullo stalking e le persecuzioni

Benché la persona che si rivolge alla postazione stalking abbia oramai perso la fiducia, esistono molte metodologie di intervento che possono essere attuate, ed anche se chi chiede aiuto ritiene di aver fatto tutto il possibile, si trova poi a dover constatare che ci sono stati tanti piccoli errori che una volta risolti permettono di trasformare la situazione.

Gli interventi della postazione si suddividono in tre grandi macro aree:

  • Interventi sulla vittima

  • Interventi sullo stalker

  • Interventi sulla relazione

La persona che si rivolge alla postazione viene aiutata a prendere una visione globale della situazione, trovando insieme le strade più adeguate a venirne fuori.

Nella maggior parte delle situazioni l’intervento è sulla vittima di stalking. Questo prevede un percorso nel quale rendersi conto di quei comportamenti che hanno stimolato la stiuazione anziché risolverla, dunque degli approfondimenti che aiutano a comprendere quegli aspetti del carattere che hanno permesso ciò che è avvenuto e prevenirlo per il futuro.

Esistono anche persone che si rendono conto di aver perso il controllo, di aver compiuto cose che sono al limite della legalità. Non tutte le persone si rendono conto di essere state stalker. Probabilmente un certo comportamento fa parte della normalità, è quando si perde il controllo che si passa in quella categoria di comportamenti che fanno parte dello stalking. Chiedere aiuto è un modo per riprendere in mano la propria vita.

La maggior parte dei casi di stalking i protagonisti sono due ex partner. Il lavoro nello stalking ci ha permesso di constatare come certe forme di relazione possano degenerare in qualcosa di imprevisto, inatteso e spesso non voluto. Aspetti di “violenza morale” lentamente emergono costringendo i due partner in ruoli di vittima e persecutore tramite sottili meccanismi psicologici che non sono sempre visibili o prevedibili senza aver sviluppato una certa “sensibilizzazione”.

Lascia un commento