massimo giusti psicologo psicoterapeuta e life coach

Come mai gli idioti fanno carriera!?

Come mai gli idioti fanno carriera!?

Come mai gli idioti fanno carriera!?

Come mai gli idioti fanno carriera!?

Si chiama principio di Peter o “principio di incompetenza.

Ti è mai successo di vedere nelle grandi aziende persone che ricoprono ruoli apicali ma non  possiedono le competenze per svolgerli a dovere? Hai mai incontrato un manager privo di empatia, capacità motivazionali, abilità di team working?

A tutti è capitato, prima o poi, di comnoscere qualcuno che pur ricoprendo ruoli importanti non era adatto a farlo. Si chiama “Principio di Peter”, da   Laurence Peter  che scoprì una cosa interessante lavorando nelle aziende. Si può riassumere con questa frase:

In una gerarchia, ogni dipendente tende a salire di grado fino al proprio livello di incompetenza 

 

Esattamente! In una organizzazione gerarchia le persone svolgono ruoli differenti che necessitano di abilità diverse. Il programmatore esperto non è detto che sappia gestire un gruppo di programmatori, per quanto bravo esso sia. Infatti gestire un gruppo richiede abilità sociali diverse da quelle necessarie per essere un programmatore.

Il programmatore che gestisce un gruppo non è detto che sia capace di mediare con un cliente e svolgere il ruolo di account manager. Questo perché questo tipo di ruolo necessità di abilità differenti da quelle del gestire un gruppo di colleghi che condividono la stessa formazione e competenze.

Pertanto, tornando all’effetto Peter, più si sale nella gerarchia e più diventa probabile raggiungere il ruolo per cui non siamo preparati, cioè il proprio livello di incompetenza.

Per questo motivo alcune aziende (in Italia si parla del 7% delle aziende private e lo 0,1% delle altre) predispongono dei corsi di formazione e dei training specifici per gli avanzamenti di carriera.

 

Lascia un commento