massimo giusti psicologo coach

Lo stile di pensiero

Lo stile di pensiero

Lo stile di pensiero

Le emozioni sono un processo analogico ricorsivo e circolare che influenza anche i nostri stili di pensiero ma, in virtù della sua circolarità, ne è anche influenzato. In parole più semplici possiamo influenzare le nostre emozioni tramite il nostro modo di pensare.

Il modo di pensare non è il contenuto. Non mi riferisco a ciò che una persona ritiene giusto o sbagliato ma al tipo di linguaggio che usa, la forma.

Un esempio che utilizzo spesso nelle sessioni individuali e di gruppo riguarda l’uso delle negazioni. I “no” ed i “non” sono importanti nella comunicazione, le persone tendono a farne un uso eccessivo ed inappropriato che confonde le idee senza rendersene conto. Alla domanda “come stai?” molti rispondono “non bene” o “non male”. Risposte corrette, certamente, ma per un’altra domanda (“come non stai?”). Inconsciamente tendiamo a trovare delle risposte a qualsiasi domanda diretta e improvvisa, la mente va in uno stato operativo volto all’azione e dunque individua la risposta più corretta nel più breve tempo possibile.

L’uso della negazione è un pessimo modo di comunicare con se stessi. La negazione chiude il discorso limitandolo e confinandolo a qualcosa che non c’è. Uno degli esercizi che uso più frequentemente è quello di utilizzare esclusivamente affermazioni.

Inizialmente molti pensano che mi riferisca a qualcosa sul genere del film “yes man“. Invece è qualcosa di un pò differente. Ritorniamo all’esempio precedente sulla domanda “come stai?”. Per rispondere correttamente è necessaria un’affermazione, cioè dire come stai. Per farlo è necessario identificare il proprio stato emotivo: Percepirlo, sentirlo e nominarlo. E’ un processo più complesso e completo che ti connette con te stesso.

Immagina adesso di dover dire dei “no” con delle affermazioni. Quando un bambino fa qualcosa che disturba il genitore molto spesso gli viene detto di smettere o di non farlo. Prova a dirgli la stessa cosa utilizzando delle affermazioni!

Sul lavoro quante volte ci troviamo a preferir dire di “no”, ma evitiamo per timore di apparire troppo rigidi? Prova a dirlo con delle affermazioni!

Scoprirai improvvisamente che il tuo pensiero è costretto a trovare delle alternative. Cioè deve forzatamente sviluppare proposte. Benvenuto nel mondo del Pensiero Positivo!

Inizialmente il cervello ripeterà ciò a cui è abituato. Un pò come quando di fronte ad una macchina in doppia fila ci accodiamo aspettando che parta. In modo automatico ci accodiamo alle macchine ferme lungo la nostra corsia, è un buon meccanismo automatico anche se ogni tanto genera qualche errore buffo! Se ti applichi costantemente in una settimana scoprirai che è diventato molto più facile e questo ti aiuterà nel comunicare con te stesso.

Infatti quando comunichiamo con noi stessi, per qualsiasi motivo, anche per influenzarci nel fare una cosa o nel porci in un certo atteggiamento, è molto più produttivo, utile e immediato dirci dove vogliamo andare che dove non vogliamo andare.

Se ancora hai qualche dubbio prova a fare questo esercizio banale. Non pensare alla cucina di casa tua.

Ci sono tre alternative di risposta, due sono piuttosto rare ed una molto frequente. Chi è riuscito a non pensare alla cucina di casa propria ha fatto una di queste duce cose: 1)ha visualizzato il buio visivo 2)ha pensato a qualcos’altro.

La maggior parte delle persone, invece, pensa proprio alla cucina. Quando comunichi con te stesso è importante che entri in uno stato affermativo, dove indichi a te stesso la strada da percorrere. Questo implica che tu immagini la strada da percorrere e ciò ti permetterà di percorrerla meglio.

Avrai modo di capire se realmente è la strada che fa per te. Se vuoi cambiare una o due cose per adattarla e dunque troverai qualche alternativa tra cui scegliere. In questo modo avrai adottato uno stile di pensiero adatto al mondo delle persone che si danno sempre molte opportunità, guardando da più prospettive una situazione.

Lascia un commento