massimo giusti psicologo psicoterapeuta e life coach

Le persone che vedono!

Le persone che vedono!

Le persone che vedono!

Le persone che vedono sono quelle che usano le immagini per pensare e ricordare.

Non tutti usiamo la nostra mente allo stesso modo, alcuni di noi tendono a “vedere” più degli altri. Questo implica una serie di caratteristiche personali, specifiche, che devi conoscere per comunicare con loro al meglio.

Compprendere come pensano ti aiuterà a riconoscerle e comunicare meglio con loro.

La prima cosa da sapere è che pensano per immagini. Quando parlano della gita al mare, per esempio, vedono la gita al mare. Nella loro mente si palesa il ricordo di quei momenti, o una serie di ricordi. Per capire meglio devi pensare a quando guardi la televisione. In testa hanno più o meno una specie di televisore che manda delle immagini che loro descrivono quando parlano con te.

Tramite queste immagini provano emozioni, sensazioni, è il loro modo di guardare la realtà. Se devono descriverti qualcosa lo fanno recuperando delle immagini dalla memoria e parlano guardandole.

Tendono ad avere una maggiore attenzione al modo di vestire, perché per loro la vista è importante più degli altri sensi. Siccome per loro è così tendono a pensare che lo sia per tutti e si comportano di conseguenza.

Quando “le persone che vedono” fanno vita sociale, devi tenere presente che loro considerano la vista più importante del resto. Per cui hanno bisogno di stare abbastanza vicini da guardarti bene ma sufficientemente lontani da poterti osservare con un colpo d’occhio.

Quando entrano nelle stanze tendono a guardare gli altri in faccia, è il loro modo di stare nelle situazioni. Inoltre hanno la tendenza a parlare con un tono di voce leggermente più alto e si muovono un pò più impettiti della media.

Quando gesticolano tendono a disegnare nello spazio. Se ti parlano di una scala la disegnano con le mani, come se così facendo la potessi vedere anche tu.

Quando hai a che fare con una persona di questo tipo impara ad usare termini visivi, per esempio anziché dire “sento che è una situazione difficile” prova a dire “non ci vedo chiaro”.

Questo genere di accorgimenti aumenta significativamente la “sintonia” che si prova con le persone che vedono quando ti relazioni con loro.

Lascia un commento