massimo giusti psicologo coach

il manipolatore d’impatto emotivo

il manipolatore d’impatto emotivo

il manipolatore d’impatto emotivo

Esistono molte classificazioni sulla manipolazione, i manipolatori e le vittime di manipolazione.

Troverai articoli dove inserisco varie informazioni su queste classificazioni ma per adesso mi concentrerò su alcuni principi di facile apprendimento e memorizzazione che ti aiuteranno a capire.

Il Manipolatore emotivo:

Robin Stern nel suo libro “come mi vuoi” identifica tre tipologie di manipolatori emotivi. E’ difficile che un manipolatore rientri al 100% in una sola di queste tipologie, anche perché il suo bisogno di soddisfare i propri bisogni lo spinge ad imparare e migliorarsi.

Ci sono però alcune leve motivazionali che non possono essere così facilmente aggirate e richiedono un lavoro su sé stessi che il manipolatore non è disposto a fare.

Alcune persone hanno bisogno di creare IMPATTO EMOTIVO sull’altro. Le puoi vedere un pò ovunque. Il politico che azzarda, il leader che sbraita (ma anche il leader che da ricompense non concordate, è raro lo so!), il partner che fa dolci sorprese, il comico che fa battute inaspettate.

Certe leve motivazionali sono trasversali, l’impatto emotivo è una di queste. E’ più frequente nelle persone che spesso definiamo “ambiziose” ma puoi vederlo in molti altri.

Il manipolatore d’impatto emotivo è quello che sbraita, urla, si dispera, fa scenate di gelosia. E’ il capo ufficio che ti chiama e ingigantisce una cosa per creare in te una reazione, magari colpevolizzandoti. E’ il seduttore che stupisce, che fa grandi cose che ti lasciano senza parole. E’ il politico che fa dichiarazioni forti anche quando la campagna elettorale è finita.

Tendono ad approfittare anche di situazioni particolari, dove difendersi sarebbe inopportuno. Per esempio al cinema, quando non puoi rispondere. Oppure approfittano del ruolo, specialmente se è un tuo superiore o svolge un lavoro che conferisce potere.

Troppo spesso pensiamo che il manipolatore d’impatto emotivo sia colui che abusa del potere o che è violento. Dobbiamo iniziare a comprendere che il manipolatore vuole che tu faccia ciò che vuole lui/lei, costringerti con la “forza” è l’ultima spiaggia, il piacere di vederti fare ciò che desidera è imparagonabile alla violenza o all’abuso di potere.

Lascia un commento