massimo giusti psicologo coach

Due esercizi per migliorare il modo di pensare

Due esercizi per migliorare il modo di pensare

Due esercizi per migliorare il modo di pensare

Il modo in cui utilizziamo il nostro pensiero influenza la nostra attenzione e dunque i partiolari e i dettagli sui quali ci soffermiamo e che dunque influenzano il nostro modo di interpretare la realtà. Nell’articolo “sai come ostacoli il cambiamento? avrai le idee più chiare” entro nel dettaglio dei vari meccanismi che innfluenzano il nostro stato d’animo e il nostro modo di vedere la vita. In questo mi soffermo su due esercizi che utilizzo nei miei corsi e possono migliorare il proprio stile di pensiero.

1) Adottare uno stile pro-positivo

Uno stile di pensiero pessimistico è associato a stati emotivi di dolore, alla depressione, alla sfiducia. Chi è legato a forme verbali negative (cioè l’uso della negazione) si concentra sul problema e la limitazione. Se non voglio che tu faccia qualcosa, come saltare un colloquio, posso dirti “non satare il colloquio” ma questo modo di comunicare è rimproverante, sfiduciante e deprimente. Trasmette l’dea per cui il comportamento è sbagliato, ma non solo questo riesce a trasmettere anche l’idea che l’intenzione alla base di tale comportamento sia sbagliate e dunque che “tu sei sbagliato” mentre “io so come fare”.

Se le persone sapssero in anticipo cos’è sbagliato agirebbero diversamente, il fatto è che si lasciano prendere dalla delusione, dalla sfiducia, da uno stile pessimistico che viene rinforzato e incentivato dall’uso di forme verbali negative.

Quindi come possiamo favorire il cambiamento vero e pro-positivo? Come possiamo realmente aiutare una persona a migliorare, a fare quelle scelte che le faciliterebbero la vita? E’ necessario comprendere che l’essere umano agisce in base alla motivazione che ha nel fare le cose. Più prospettive positive vediamo nel fare le cose e più volentieri le facciamo. Focalizzare la discussione sugli elementi positivi, propositivi e motivanti è dunque più fruttuoso. Certamente riuscire a motivare una persona necessita più di un semplice esercizio ma ci sono modelli di pensiero che facilitano la ricerca della motivazione in noi e negli altri.

Se abbiamo difficoltà a sperimentare tutte le tecniche di motivazione abbiamo la possibilità di applicare adesso un esercizio che facilita la motivazione rendendo creativi e possibilisti. Si tratta del pensiero affermativo.

Abbandonare ogni uso della negazione al fine di rispondere in ogni istante con una frase affermativa. Sembra sciocco, perché molti ritengono che questo equivalga a dire sempre di si, quando invece si tratta proprio di dire di no fornendo delle alternative.

Per prima cosa va sperimentato su se stessi. E’ davvero inutile parlare affermativamente con gli altri e negativamente con noi stessi. Dopo aver fatto pratica su di te col pensiero affermativo, scoprirai che esistono centinaia di alternative per dire un no, centinaia di modi pr raccontare la realtà dei fatti, centinaia di modi per dire cosa penso veramente.

Questo modo di pensare libera dalle costrizioni dei no, dal senso di limitatezza e stimola la creatività ed il buon umore. Applicarlo costantemente diventerà stimolante e spingerà ad esserlo con gli altri, riuscendo a trasmettere il buon umore anche quando siamo in disaccordo. Favorisce la mediazione e facilita nei buoni rapporti.

2) La gratitudine

La gratitudine è un’emozione complessa e molto evoluta. Spinge la persona ad osservare il lato buono delle cose, focalizza l’attenzione su ciò che ha funzionato grazie ad altri in ogni situazione.

L’esercizio base sulla gratitudine è molto semplice, basta prendersi tre o quattro minuti la sera, per scrivere su un foglio cosa è andato bene durante la giornata. Almeno tre cose che al netto di tutto hanno funzionato. Col tempo inizierai a pensare automaticamente a cosa ha funzionato anche nelle situazioni più complesse e comincerai a trovare elementi di positività in ogni situazione, riuscendo a mantenere un atteggiamento sempre più pro-positivo che ti aiuterà ad affrontare meglio la giornata, il lavoro o la tua relazione.

Il benessere, il buon umore, sono gli elementi più efficaci di ogni conversazione, relazione o rapporto lavorativo. Trasmetterlo è necessario, per farlo dobbiamo possederlo noi stessi!

Lascia un commento