ATTACCHI DI PANICO

attacchi di panico

Gli attacchi di panico sono episodi di intensa paura o di improvviso aumento dell’ansia.

Si presentano con sintomi somatici e cognitivi, come le palpitazioni, tremore, soffocamento, vertigini, sudorazione improvvisa, vamoata di calore o brividi. Molto spesso paura di impazzire o di morire.

Sono episodi spesso terribili con cui nessuno vorrebbe convivere, la paura che ritorni è grande e prende il sopravvento nella vita di molte persone che li hanno avuti.

E’ frequente che una persona sperimenti uno o due attacchi di panico e che viva mesi o anni nel timore, a volte terrore, che ritorni. Questo conduce alla così detta paura della paura, che spinge la persona a non volersi trovare in luoghi in cui potrebbe essere difficilmente soccorsa. Si tratta dall’agorafobia.

Le persone tendono a evitare situazioni e luoghi in cui potrebbero sperimentare il panico e questo conduce a cambiare le proprie abitudini, lo stile di vita, le relazioni con le persone. Questo genere di comportamenti, le così dette “condotte di evitamento” contribuiscono a rendere la persona insicura. Può succedere che alcune persone si accorgano delle proprie condotte di evitamento soltanto dopo averle messe in atto e ben consolidate.

I disturbo da attacchi di panico prevede attacchi ricorrenti e circa un mese di timore che si ripresentino, il primo attacco è imprevisto e inaspettato, con l’esperienza la persona inizia a capire quando sta per arrivare.

Questo genere di disturbo tende a intensificarsi o persino presentarsi la prima volta in situazioni di alto stress come problemi finanziari, matrimoni, lutti o perdite importanti. Situazioni che mettono alla prova la “resistenza” della persona.

Attacchi di panico – sintomi

Raramente si presentano tutti i sintomi com nell’elenco sottostante. In alcune persone che hanno avuto attacchi di panico può succedere di sperimentare, successivamente, attacchi con un numero relativamente ristretto di sintomi.

sintomi tipici degli attacchi di panico sono:

  • Palpitazioni/tachicardia (battiti irregolari, pesanti, agitazione nel petto, sentirsi il battito in gola)
  • Paura di perdere il controllo o di impazzire (ad esempio, la paura di fare qualcosa di imbarazzante in pubblico o la paura di scappare quando colpisce il panico o di perdere la calma)
  • Sensazioni di sbandamento, instabilità (mal di testa, capogiri e vertigini)
  • Tremori fini o a grandi scosse
  • Sudorazione
  • Sensazione di soffocamento
  • Dolore o fastidio al petto
  • Sensazioni di derealizzazione (percezione del mondo esterno come strano e irreale, sensazioni di stordimento e distacco) e depersonalizzazione (alterata percezione di sé caratterizzata da sensazione di distacco o estraneità dai propri processi di pensiero o dal corpo)
  • Brividi
  • Vampate di calore
  • Parestesie (sensazioni di intorpidimento o formicolio)
  • Nausea o disturbi addominali
  • Sensazione di asfissia (stretta o nodo alla gola)

Lascia un commento