massimo giusti psicologo coach

5 consigli su come e perché interessarsi alla motivazione e al cambiamento

5 consigli su come e perché interessarsi alla motivazione e al cambiamento

5 consigli su come e perché interessarsi alla motivazione e al cambiamento

La vita è un processo in cui si deve costantemente scegliere tra la sicurezza,

per paura e per il bisogno di difendersi,

e il rischio, per progredire e crescere

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno!

(Abraham Harold Maslow)

 

Abraham Harold Maslow è stato il più grande interprete dei processi motivazionali umani, grazie ai suoi studi oggi sappiamo molto di più sull’essere umano ed in particolare di come funzionano gli esseri umani che funzionano bene. Eh si, perché al contrario dei suoi colleghi di tutto il mondo lui si interessò a ciò che funziona, allo studio delle persone sane, sviluppando concetti e assiomi che aiutano le persone a perseguire il benessere e la crescita.

Interessarsi alla motivazione non è partecipare a gruppi motivazionali, non è leggere un libro dove sta scritto come devi comportarti, è comprendere la natura intima dei tuoi bisogni e sforzarsi con le proprie capacità per soddisfarli.

In apparenza sembra un’affermazione molto egoistica, se non fosse che tra i più importanti bisogni dell’essere umano c’è il riconoscimento altrui, trovare un ruolo nella società, amare ed essere amati. Perché sono le emozioni a creare il collante tra le persone e sono certe particolari emozioni a renderti migliore.

Ma torniamo all’argomento centrale di questo breve articolo. 5 consigli su Come e perché interessarsi alla motivazione e al cambiamento? Il perché probabilmente lo hai già compreso, fa parte delle premesse. Per realizzarsi, per stare meglio, per amare ed essere amati.

Resta la domanda più difficile, come?

E’ molto semplice, esistono a mio parere poche regole da seguire quando vuoi interessarti a questi aspetti della psicologia umana, li riassumo di seguito, non sono in ordine di importanza ma seguono una sequenza precisa che ti consiglio di rispettare.

  • La domanda più importante. Rispondi a te stesso: Sono curioso o voglio cambiare? È fondamentale dare una risposta in quanto ogni interessamento in queste cose lascia un segno profondo. Molte persone curiose sottovalutano l’impatto di certi approcci convincendosi che non funzionano. Se sei curioso leggi, partecipa, informati, ma resta a guardare! Non entrare nel vivo delle cose, non applicare i metodi e non seguire i consigli pratici. Non rivolgerti ad alcun consulente. Soddisfa la tua curiosità. Cambiare richiede un tipo di impegno che va oltre la curiosità e permette di sviluppare le doti necessarie al miglioramento tuo e di chi ti circonda!

 

  • Se ti sei rotto le scatole di stare a guardare e vuoi fare qualcosa per davvero la prima cosa da fare è questa: Sii Realista! Sarai tu stesso ad occuparti delle tue insicurezze, imparerai a farlo e supererai molti ostacoli. Essere realista significa porsi obiettivi che dipendono da te. Legati alla tua persona. Se vuoi diventare un sex symbol probabilmente ti trovi sulla strada sbagliata, se vuoi migliorare le tue prestazioni ed il tuo aspetto fisico allora sei sul binario giusto. Se vuoi realizzare milioni di euro non troverai che ti insegna a farlo (perché dovrebbe?), se invece vuoi migliorare la qualità del tuo lavoro e delle tue scelte allora ci siamo. Sii Realista!

 

  • Applicati! Le parole scritte nei libri come le esperienze fatte nei vari corsi servono solamente se le applichi. Il cambiamento non viene dal nulla ma dal tuo impegno. Vuoi vedere se una cosa funziona? Sperimentalo!

 

  • Costanza! Si tratta dell’aspetto più importante. Non è così difficile raggiungere certi obiettivi, è più impegnativo mantenerli. Come psicoterapeuta ho lavorato molto in clinica e lavoro tutt’oggi nell’ambito del disagio. Due patologie molto difficili da curare sono i Disturbi Ossessivi e la Depressione. Gli approcci della Psicologia Positiva aiutano i terapeuti a sviluppare metodi assai efficaci che permettono di liberarsi da ossessioni e depressione in tempi sempre più rapidi. Quando le persone cambiano la cosa difficile è mantenere il cambiamento. Nell’ambito aziendale non è raro imbattersi in manager oberati d’impegni, persone che devono prendere un numero di decisioni enorme. Ebbene è facile aiutarli a scegliere con leggerezza, successivamente hanno bisogno di mantenere questa abilità sviluppandola e perfezionandola, adeguandola a se stessi. Le tecniche, i metodi, non sono tecniche e metodi ma modi di pensare! Il cambiamento è un atteggiamento verso la vita che si impara!

 

  • Osservati! Si, esatto, osservati. Quando le persone cambiano dopo un po’ si scordano da dove sono partite, ricorda a te stesso quanta strada hai fatto, quanto è diventato semplice fare cose un tempo difficili e riconosci i tuoi successi!

Lascia un commento